Olimpiadi del Cuore Onlus

Olimpiadi del Cuore Onlus

L'Associazione benefica fondata da Paolo Brosio

La Storia e le Opere di Carità e di Solidarietà
della Associazione Onlus Olimpiadi del Cuore fondata da Paolo Brosio 
  

L’Associazione Onlus Olimpiadi del Cuore, fondata da Paolo Brosio, ha ottenuto alla fine del 2015, l’autorizzazione e il gradimento dalle autorità sanitarie dell’ospedale di Mostar e dal Comune di Citluk per il progetto presentato dall’Arch. Gugole di Verona del Primo Ospedale di Pronto Soccorso di Medjugorje, che sarà di primaria utilità sociale e sanitaria non solo per i pellegrini cristiani provenienti da tutti i paesi del mondo ma anche per i residenti musulmani bosniaci, serbi cristiani ortodossi e quelli cattolici croati. 
In un momento di grandi tensioni in tutto il mondo per i conflitti fra le diverse etnie e religioni, questo nuovo e primo ospedale di pronto soccorso della storia di Medjugorje può rappresentare un grande messaggio di pace e solidarietà internazionale. 

Il progetto è denominato "Mattone del Cuore - Primo Ospedale di Pronto Soccorso di Medjugorje"
Sotto il simbolo del Mattone del Cuore, scolpito dal grande scultore sacerdote Don Silvio Zanelli della diocesi di Firenze in cotto fiorentino dell’Impruneta (la pietra storica dei più grandi palazzi medicei fiorentino e toscani), ci sono tutte le altre iniziative di solidarietà che abbiamo portato avanti in questi anni in altri paesi del mondo e in Italia.

Ecco gli altri progetti che sosteniamo:

• Bosnia Erzegovina due progetti molto importanti che hanno caratterizzato le raccolte fondi delle Olimpiadi del Cuore negli anni 2009-2010-2011-2012-2013 e 2014. 
Due case già terminate per orfani dell'asilo nido e della scuola materna e una casa per anziani abbandonati delle periferie di Sarajevo, di 48 comuni della Bosnia Erzegovina molti dei quali  Famigliari delle Vittime della Guerra della ExJugoslavia degli anni '90. 

Dalle 15 alle 19 gli orfani raggiungono la casa dei "nonni" che dista pochi metri e trascorrono le ore insieme e gli anziani raccontando agli orfani le favole diventando così Nonni e Nipoti.
Il centro è coordinato da suor Kornelia, la madre superiora delle sorelle missionarie della Famiglia Ferita. In questo momento stiamo costruendo una terza casa per altri cinquanta anziani abbandonati, la cappella per le preghiere e gli incontri fra orfani dell’asilo nido e gli anziani, un refettorio per i pasti, un piccolo ambulatorio medico, la canonica, il soggiornio per gli spazi comuni e un passaggio coperto e riscaldato e rinfrescato per l’estate per il passaggio degli ospiti del centro e del personale dei servizi sociali.  
Il centro di SUOR KORNELIJA KORDIC: è denominato “Sorelle Missionarie della Famiglia Ferita” in località VIONICA, vicino a Citluk, comune nel cui territorio sorge anche la frazione Medjugorje. Le sette suore di ispirazione francescana del centro di Vionica, accudiscono in tutto attualmente 118 orfani e 50 anziani abbandonati dal 1993 durante la guerra della ex Jugoslavia. L’opera è stata inziata per prima da suor Josipe, sorella di Suor Kornelia, morta in profumo di santità a causa di un tumore che le ha procurato gravi sofferenze offerte tutte al Signore.
Kornelia e Josipe Kordic hanno due martiri francescani in famiglia torturati dai Turchi e partigiani di Tito. 
L’Associazione Onlus Olimpiadi del Cuore ha costruito, in quel luogo benedetto in località Vionica, con l’aiuto della Divina Provvidenza, due case per i bambini dell'asilo nido e per gli anziani. Fra I bambini ho adottato a distanza la piccola Iva la cui foto ho mostrato a Papa Francesco sulla copertina del primo libro della Mondadori Piemme “Ad un passo dal baratro”. Perché Medjugorje ha cambiato la mia vita. 

• Progetto “Borse di Studio Frati Francescani Minori Studenti Poveri e Talentuosi della Bosnia”
Riguarda le borse di studio dei frati francescani minori della provincia di Mostar per gli studenti poveri ma molto talentuosi fondato da padre Slavko Barbaric, uno dei pilastri della spiritualità mariana e francescana di Medjugorje. Per questo progetto abbiamo donato una cifra che si aggira sulle ottantamila euro e grazie a questo progetto abbiamo potuto sostenere  una violinista che , proveniente dal sud della Bosnia, con questa borsa di studio si è affermata al Conservatorio di Vienna conseguendo diplomi di specializzazione e riconoscimenti internazionali per le sue straordinarie capacità.

- Un Villaggio in Sri Lanka per i Familiari delleVittime dello Tzunami
Il villaggio è già stato finanziato e realizzato ed è attivo grazie al lavoro incessante di Stefano Benedetti, viareggino, ex compagno di scuola di Marcello Lippi, l'allenatore di calcio campione del mondo con la Nazionale Italiana e mio carissimo amico personale attualmente allenatore della nazionale di calcio della Cina. 

• Ricostruzione di un asilo nido distrutto dal terremoto in Italia, a Finale Emilia
Abbiamo contribuito con 120.000,00 euro a ricostruire l'asilo nido della parrocchia locale distrutto dal terremoto in collaborazione con la Fondazione Andrea Bocelli.
Grazie alla realizzazione di una serata il 10 ottobre 2010 con circa 900 tra imprenditori e professionisti al Teatro Grande di Brescia dove Bocelli si è esibito ed insieme a Claudia Koll abbiamo presentato la serata. 

• Il progetto di Claudia Koll della Piccola Lourdes in Burundi
Un ospedaletto di chirurgia ortopedica pediatrica e riabilitativa nella diocesi di N'Gonzi. Qui abbiamo contribuito solo in piccola parte assicurando un aiuto allo straordinario lavoro della cara amica Claudia Koll.

• Donazione 15mila euro a favore dei terremotati di Amatrice
Il 27 Settembre 2016, in occasione del mio 60 compleanno insieme alla Misericordia abbiamo donato questa cifra consegnandola personalmente ai terremotati e abbiamo soggiornato nelle tende con loro per tre giorni nel campo della Protezione Civile di Sant’Angelo di Amatrice.

• Donazione di 10mila euro a favore del Convento Francescano Cappuccino di Pietrelcina
Nel paese di Padre Pio, a Pietrelcina in provincia di Benevento, abbiamo effettuato questa donazione per la costruzione della Prima Via Crucis sul sentiero che collega il borgo antico con Piana Romana. E’ questo il sentiero storico che percorreva ogni giorno in preghiera Padre Pio. Per la prima volta il Convento di Pietrelcina ha assegnato ad una associazione onlus laica Olimpiadi del Cuore di Maria l’incarico di evangelizzare in sei parrocchie e cinque diocesi (Diocesi di Modena, Firenze, Livorno, Pisa, Massa Carrara Pontremoli) portando tutte le reliquie di primo grado di Padre Pio. Il ricavato di questo tour di evangelizzazione è stato consegnato nelle mani del Custode francescano Fra Marciano Guarino.

• Progetto Parrocchia e Famiglie Povere denominato Progetto Famiglia del Cuore
Con questo progetto l’Olimpiadi del Cuore si propone di aiutare le famiglie povere italiane e i sacerdoti anziani italiani in difficoltà al termine del loro sacerdozio. Quando sarà finito l’Ospedale di Pronto Soccorso di Medjugorje tutte le nostre risorse e le nostre forze saranno orientate ad aiutare le famiglie povere italiane e le parrocchie delle periferie più disagiate in special modo  nei comuni più poveri del sud Italia. 
 
Udienza Privata con Papa Francesco dopo lo scherzo delle Jene – Scherzi a Parte
Il 9 Aprile 2015 sono stato invitato personalmente in udienza privata a colloquio con il Santo Padre Papa Francesco per un’ora circa in seguito allo scherzo diabolico della trasmissione delle Jene per Scherzi a Parte condotto da Paolo Bonolis andato in onda il 15 gennaio 2015. Il Santo Padre era informato su tutta la mia attività, tutti i libri che ho scritto su Medjugorje, la mia vita, le trasmissioni, la passione per lo sport, le dolorose cadute della mia vita, i momenti gioiosi e la scoperta della Fede con i viaggi in Bosnia Erzegovina e quanto quella terra povera e semplice avesse cambiato incredibilmente la mia esistenza. In seguito allo scherzo delle Jene, Mediaset e Mediafriends hanno concesso all’Associazione Onlus Olimpiadi del Cuore nel 2015 a febbraio e nel 2016 a dicembre dal 18 al 24 decine di spot gratuiti per l’SMS Solidale per il progetto Mattone del Cuore Primo Ospedale di Pronto Soccorso a Medjugorje.

Gli ho spiegato che in 4 anni e mezzo, più di 19mila700 pellegrini hanno seguito le Olimpiadi del Cuore nei viaggi di fede e tra questi tanti campioni dello sport, dello spettacolo, gente semplice ed umile e molti professionisti ed imprenditori e tutti insieme abbiamo realizzato le opere di carità sopracitate. Per la Terza Casa per Anziani ci mancano circa 250mila euro. Il Santo Padre è stato informato del Progetto Mattone del Cuore Primo Ospedale di Pronto Soccorso di Medjugorje come dimostrano le foto esclusive che vi abbiamo inviato. Papa Francesco mi ha chiesto di essere relazionato una volta l’anno sull’andamento dei lavori per il tramite del Vescovo Angelo Becciu sostituto alla Segreteria di Stato alla Santa Sede.
Il Progetto Mattone del Cuore per il Pronto Soccorso avrà un valore internazionale e sarà salutato da tutti come un progetto di pace specialmente per i malati poveri di tutte le regioni.
Si tratta di un unico edificio di milleseicento metri quadri tutti su un piano dove ci sarà il Pronto Soccorso con le sale chirurgiche di urgenza, il reparto di ortopedia chirurgica con le sale per le apparecchiature di diagnostica, raggi x ed ecografia.

Ci sarà anche il reparto di cardiologia per salvare le persone in codice rosso colpite da infarti o da collassi gravi e poi altri ambulatori per le emergenze.
In Italia una struttura del genere – solo per quanto riguarda la muratura completa di rifiniture ed impiantistica – viene a costare 2milioni e 370mila Euro, mentre in Bosnia Erzegovina con i costi di manodopera locale ridotti del 40% si andrebbe a spendere circa un milione e 400mila euro, forse qualcosa in meno.
Stiamo ricevendo i preventivi delle migliori imprese locali. I lavori saranno coordinati da architetti (direttore architetto Vittorio Gugole, Studio Danti Alighieri Verona), ingegneri e capomastri italiani capitanati da un’azienda di Livorno di ottimo livello nazionale di proprietà di un mio caro amico imprenditore Stefano Frangerini, persona onesta e competente la cui famiglia da due generazioni è titolare dell’impresa di costruzioni.

Paolo Brosio

OLIMPIADI DEL CUORE ONLUS
Per informazioni progetti, donazioni, testimonianze di Paolo Brosio:

• ELENA BENVENUTTI 338 7050751 - testimonianze@paolobrosio.it
• CARLO AMICO 0584 752757 - 338 7428498 - 346 4226391 - info@olimpiadidelcuore.it

L'Associazione benefica fondata da Paolo Brosio